domenica 28 maggio 2017

Abusi sessuali nella comunità di swingdance

Le vicende della comunità internazionale di danza swing di questo inverno mi hanno indotto alcune riflessioni che sebbene possano apparire tardive rispetto ai fatti accaduti, ritengo ugualmente utile condividere  nella speranza di mettere in guardia quante più donne possibile rispetto ad un certo tipo di personaggi.
Non so se avete presente gli storni, uccelli  gregari che in volo disegnano affascinanti  e mutevoli forme e geometrie nel cielo al tramonto ma che sono a dir poco molesti e dannosi quando si posano, ricoprendo ogni cosa  di guano maleodorante...... Ecco, certe persone sono così: fascinose, interessanti, carismatiche, magari eccellono in svariate discipline artistiche, le ammiri e ti incanti solo a guardarle per ciò che sanno fare, alcune persino insegnano  ed hanno il loro seguito adorante visto che spesso sono anche bravissime. In virtù del fatto che insegnano, ottengono facilmente ammirazione, fiducia e stima di cui si approfittano con le più ingenue.  E purtroppo con costoro succede come con gli storni quando si posano.... se non ti tieni a distanza di sicurezza o ti fidi troppo, ti ritrovi ricoperto di merda!!!
Orbene, preciso da subito che io non conosco personalmente nessuna delle persone coinvolte nelle vicende narrate e venute allo scoperto grazie ai social network né sono in grado di sapere se quanto è stato detto sia vero o meno: a mero scopo cautelativo, mi permetto solo di dare, da attempata e preistorica lindyhopper romana, qualche utile consiglio di sopravvivenza soprattutto alle donne più giovani e ingenue di me.
Sorelle carissime, di questi consigli non ci sarebbe ovviamente bisogno nel mondo ideale (quello in cui tutti i maschi sono veri gentiluomini e  dove il diritto di ripensamento sarebbe reciproco); tuttavia in questo invece,  pieno di stronzi, narcisisti, psicopatici, "machetti" borderline e sapròfiti di svariata natura, vale la pena di rispolverarli. Prendeteli come i saggi, antiquati e lapalissiani consigli della zia Luisa.
1) Non accettate di incontrarvi da sole con qualcuno che non conoscete che non sia un luogo aperto al pubblico o in luoghi senza via d'uscita o dove nessuno vi possa sentire in caso chiediate aiuto.
2) La circostanza che un uomo sia sposato/accompagnato/impegnato non è a priori assolutamente una garanzia della sua serietà né della vostra incolumità.
3) Non bevete alcolici oltremisura ed in generale restate sobrie   poiché sarà molto più difficile che situazioni ambigue vi possano sfuggire di mano senza il vostro pieno consenso.
4) Se vi trovate, malgrado le precauzioni di cui sopra, ad essere forzate a fare qualcosa senza il vostro consenso, ricordate che un bel calcione sui gioielli della corona è sempre un eccellente mezzo di dissuasione come pure altre elementari tecniche di autodifesa che non necessitano né di forza bruta né di stazza particolari  ma soltanto di un minimo di sangue freddo.
5) Se siete state vittime di abusi o violenze non restate in silenzio, l'omertà è la migliore protezione di questi dongiovanni "de noantri" da strapazzo e se possibile raccogliete prove e testimonianze.
6) Se al contrario la situazione vi garberebbe pure, non accettate di far sesso senza preservativo perché a lui non piace usarlo. Con sgomento noto che le giovani generazioni tendono ad essere incoscienti e fataliste sui temi salute e contraccezione. Allora, visto che invece la mia generazione era adolescente  ai tempi dell'AIDS e visto che di malattie sessualmente trasmissibili non si parla  come se non esistessero più, lo ricordo io: PER BECCARSI UNA MALATTIA A TRASMISSIONE SESSUALE E/O AVERE UNA GRAVIDANZA INDESIDERATA E' SUFFICIENTE UNA, UNA  SOLA VOLTA NON PROTETTA! Vale la pena giocare alla roulette russa per uno che conoscete appena?
Pace, ammmore e swing sicuri per tutte!!! :-)

Nessun commento:

Posta un commento