mercoledì 13 giugno 2018

16.01.12


Amami senza il filtro della ragione,
asciuga il lago profondo e scuro della mia tristezza,
avvolgi e cura la mia anima dolente
fammi sognare e ritrovare completamente nei tuoi occhi.
Poi
insieme
voliamo via
come gli uccelli migratori
verso la primavera
e restiamo
perché meritiamo nuova vita e poesia.

Nessun commento:

Posta un commento